Storia, Identità, Territorio

Storia, Identità, Territorio

FotoLibera Associazione è lieta di presentare il programma, gli autori, le mostre e tutti gli eventi connessi all’edizione di M.I.F. 2018 “Merate Incontra la Fotografia”. Il festival, patrocinato dalla Provincia di Lecco e dalla Città di Merate, è ricco di iniziative e di importanti nomi della fotografia italiana. In particolare un grande spazio è dedicato ai fotografi emergenti del territorio, che candidandosi a quest’edizione avranno il piacere di presentarvi i loro lavori; inoltre non mancheranno serate di proiezioni, laboratori per bambini ed il corso di fotografia, organizzato da FotoLibera. In aggiunta a tutto questo, il workshop “Street” con Raoul Iacometti e la lettura Portfolio con Mosè Franchi completeranno l’offerta culturale dell’edizione 2018. Inoltre un ringraziamento doveroso e necessario a tutti i soci volontari di FotoLibera , che con profondo impegno e grande passione in questi mesi  si sono adoperati per offrirvi un mese di Ottobre da ricordare!

Naturalmente un invito a sfogliare le pagine del sito, a prendere appunti su date, orari e location. Volete collaborare con noi e avete qualche ora da dedicarci come volontari?  Non esitate a contattarci!  Buon divertimento!

Luciano Ravasio

Presidente FotoLibera Associazione

Concept M.I.F. 2018

M.I.F. Merate incontra la fotografia. La quarta edizione, sente l’esigenza di fornire una chiave di lettura generale, una sorta di filo conduttore, che guidi l‘ipotetico fruitore della rassegna attraverso la lettura ragionata delle proposte presenti in essa.

E’ per questo motivo che abbiamo scelto Storia, Identità, Territorio come “soggetti fotografici”, che ci hanno impegnato in questo anno di preparazione a M.I.F.

La Storia è divenuta per noi ricerca, indagine, ispezione, nel nostro caso soprattutto visiva, attraverso la lettura fotografica del territorio, delle stratificazioni urbane, della meticolosa analisi di documenti e testimonianze, con l’obiettivo di trasmettere il vissuto, la memoria, ma anche di rievocare ricordi sopiti o dimenticati.

Considerando questo, l’immagine fotografica ha la capacità di rendere partecipi, di permettere la riscoperta della propria identità, di riconoscere il territorio mutato nel tempo e plasmato dalle persone che lo hanno vissuto ed in esso si sono identificate.

Tramite le esposizioni fotografiche in programma, dedicate sopratutto alla nostra città, al paesaggio che la circonda ed all’arte che lo ha celebrato, tramite conferenze sulla salvaguardia del territorio intorno a noi, celebrandone sua bellezza ed avvalendoci di esso per approfondire nuovi concetti fotografici; desideriamo porre un quesito, alimentare una riflessione.

In particolare vorremmo chiederci quale valenza può ancora avere il soffermarsi sui concetti arcaici di Storia, di Identità e di Territorio, all’interno della nostra società così mutata e mutevole, globalizzata e multietnica, ed inoltre caratterizzata da una memoria a brevissimo termine.


Related posts