HORIZONT A MERATE

DI Mauro Corneo Luciano Ravasio e giusy Li vecchi

L’esposizione è stata realizzata da tre soci di FotoLibera, dapprima con un percorso di ricerca sul territorio, evidenziando alcuni scorci di interesse paesaggistico e storico riguardanti la nostra Città, in perfetta sintonia con il nostro concetto di fotografia a Km Zero.

In un secondo momento valorizzando la visione panoramica del paesaggio urbano e rurale di Merate sono state scattate le fotografie in ben otto sessioni di scatto, la pellicola utilizzata, la storica e riproposta  Ferrania P30 tipicamente cinematografica unito al formato atipico delle fotografie, fanno riassaporare un’atmosfera particolare.

Alcune immagini sono state realizzate interagendo con istituzioni, enti e privati cittadini che hanno messo a disposizione location davvero uniche.

Il progetto è stato sviluppato nel 2021, utilizzando una fotocamera davvero particolare che in parte ha dato il titolo alla mostra, ovvero “Horizont”

 

Specifiche sui materiali utilizzati per il progetto

Pellicola Ferrania P30 Panchro Film 80 ASA

Sviluppo pellicola R09 1+50 14 min. 20°

Carta fotografica ILFORD MGRC. 44M. Warmtone 

Sviluppo carta ILFORD BROMOPHEN

Ringraziamo per la collaborazione e l’ospitalità:

Avvocato Alongi Valentina, Ivan e Veronica (Villa Subaglio),  Dott. Arosio Marco (Villa dei Cedri), Dott. Roberto Della Ceca direttore Osservatorio di Brera e dott.ssa Monica Sperandio

SEDE FOTOLIBERA

Via Marconi, angolo via Principe Falcò, Merate

giorni e orari d'apertura:

L’inaugurazione avverrà sabato 2 ottobre alle ore 15 presso area Cazzaniga 

Sabato 2 dalle ore 16,30  alle ore 18

Sabato  9 – 16 – 23 ottobre dalle 10-12,30  15-18

Domenica 3 -10 -17  ottobre dalle 10-12,30 e 15-18

Ingresso libero e gratuito

Segreteria e info:

[email protected]

cell:3479760899  3479649677

La Fotocamera panoramica K.M.Z. Horizont

La Horizont è una serie di fotocamere panoramiche Russe,  con obiettivo oscillante, prodotte in circa 49849 esemplari dalla Krasnogorski Mekhanicheskii Zavod (KMZ) 

dal 1967-1973. (Horizont, cromata) e di nuovo dal 1991 in poi (Horizon-202 e successive, in plastica nera). 

La Horizont marcata in cirillico Горизонт per il mercato interno, è una fotocamera robusta e ben costruita. Utilizza una lente che ruota su se stessa in un quarto di secondo, l’obiettivo ОФ-28П (OF-28P) 28mm f2.8 impressiona fotogrammi 24×58  su pellicola 35mm, dando una visione di 120°, l’otturatore permette velocità: 1/30, 1/60, 1/125 e 1/250. 

La fotocamera ha un fuoco fisso, e sfrutta una profondità di campo  precisa per ottenere una nitidezza ottimale.

Breve storia di K.M.Z

 L’’azienda nasce come  Krasnogorsk Optical Works nel 1942 a Sverdlovsk negli Urali in previsione di un’invasione tedesca dell’Unione Sovietica, produsse nel periodo bellico apparecchiature ottiche per l’esercito sovietico, 

Nel 1944 la fabbrica si trasferì a Krasnogorsk, un sobborgo occidentale di Mosca.

Nel 1945 KMZ iniziò a produrre obiettivi fotografici basandosi sulle specifiche ottenute dalla fabbrica Carl Zeiss di Jena quando fu occupata dall’Armata Rossa. 

Nel 1946 la fabbrica iniziò a produrre macchine fotografiche, iniziando con la pieghevole Moskva. Nel 1948 iniziò ad assemblare macchine fotografiche FED 

Nel 1949 fece alcune modifiche al design, e così iniziò la produzione della Zorki. Nel 1952, KMZ creò una reflex basata sulla Zorki, la Zenit.

Nel 1993 fu privatizzata e divenne la Krasnogorsky Zavod, SA Zverev Nel 2005 KMZ ha chiuso la sua divisione fotografica, ma continuando la produzione delle telecamere panoramiche Horizon, basate su ottiche di artiglieria militare.