Autoritrattandomi

virginia bettoja

La mostra di Virginia Bettoja attraverso le parole del critico Roberto Mutti:

“Se il ritratto fotografico è lo specchio non necessariamente fedele di un individuo, l´autoritratto è invece la soglia oltre la quale ci si trova di fronte alla complessità che un corpo e un viso insieme celano e rivelano.

Virginia Bettoja, in questa ricerca attraversata da una teatralità sommessa, stabilisce un rapporto mai banale fra il suo corpo e lo spazio.

Come ogni crescita personale, anche questa indagine avanza per scarti, alterna momenti studiati ad altri frutto di intuizioni improvvise, parte da lontano inserendo il corpo all´interno di un paesaggio per poi avvicinarsi in un crescendo carico di una sottile sensualità.

Ed è proprio quando, nell’abbandono del corpo e nel suo svelarsi, sembra che tutto sia definito, Virginia Bettoja con un coup de théàtre di gran classe ci lascia un corpo ironicamente acefalo come a dirci che la strada per conoscerla è fascinosa ma ancora lunga. 

Roberto Mutti”

Virginia Bettoja si presenta:

“Non so dire un momento preciso in cui è iniziato tutto. So che da quando iniziavo ad essere una piccola adulta è sempre stato necessario avere una macchina fotografica nella mia borsa alla Mary Poppins.

Il punto di svolta però c’è stato a 25 anni, quando mi sono laureata e mio padre per l’occasione mi ha regalato una reflex professionale.

Grazie a questa macchina ho iniziato cominciato a contemplare la possibilità di trasformare la passione in una professione.

Questo da un punto di vista pratico. Emotivamente invece a fare da sfondo a questa scelta c’è una frase di mio padre che con un fervore -che genericamente non aveva- poco prima di andarsene, mi disse in un mio momento di sconforto: discussione la strada che hai intrapreso… Virginia… tu sei bravissima!>.

L’ha detto senza neanche abbreviare il nome. Per intendersi! Ed è tutto più bello per gli occhi e per il cuore ogni volta che penso che papà credeva nei miei occhi.”

Villa Confalonieri:

Via Garibaldi, 17 Merate

giorni e orari d'apertura:

L’inaugurazione delle mostre esposte avverrà sabato 3 ottobre alle ore 11.

  • Sabato 3 e domenica 4 ottobre                      dalle 10 alle 12,30
  • Sabato 10 e domenica 11 ottobre                  dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 18
  • Sabato 17 e domenica 18 ottobre                    dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 18
  • Sabato 24 e domenica 25 ottobre                  dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 18

Ingresso libero e gratuito

Segreteria e info:

[email protected]

cell:3479760899  3479649677

Virginia Bettoja: Nasce nel 1985 a Roma, dove si laurea in Lettere e Filosofia. Già alimentata negli anni, dà poi spazio alla sua forte passione per la Fotografia migliorando le sue conoscenze tecniche alla Scuola Romana di Fotografia. Inizia il suo percorso di avvicinamento alla professione come assistente fotografa e come freelance per eventi su Roma e Londra. Perfeziona al meglio la sua formazione diplomandosi al Corso Superiore, professionale biennale, dell’Istituto italiano di Fotografia di Milano, città dove attualmente vive e lavora. Nell’ambito artistico ha presentato suoi lavori di ricerca in spazi espositivi ad Orvieto, Milano e Roma. Nell’ambito commerciale è la fotografa ufficiale di X Factor, collabora con Fedez e J-ax per i quali è stata fotografa ufficiale del tour “Comunisti col Rolex” e fa i reportage per gli eventi della Disney.